giovedì 17 aprile 2014

Tutto il Camp che c'è


Eccomi qui a scrivere del Camp.
E' un'impresa e davvero non so come cavarmela. 
Ho lasciato sedimentare per un po' tutte le emozioni. Ho letto centinaia di messaggi su facebook, e visto tantissime foto. Ho immaginato un groviglio di vite e di strade che si sono riunite per due giorni. Tantissime sono le amiche di vecchia data, e nuove compagne si sono aggiunte in quest'avventura. Come tutto questo accada, è difficile dire.

E' stato un bel grumo di energia.
L'ho usata spesso questa parola nei due giorni a Villa Pomela. Spesso gli impegni e la routine ci fanno sentire ingranaggi che girano a vuoto, con poco costrutto. Ma è solo una brutta impressione, perchè oltre il nostro sentire, le azioni, anche piccole, sedimentano e costruiscono. Stare insieme, guardare indietro a tutto il lavoro svolto, condividerlo è stata una bella "ricarica".

E' stato un grande riconoscimento.
Riporto le parole dei relatori intervenuti sabato mattina.
"Voi fate corredini colorati. Ma non solo. La vostra è medicina d'avanguardia. HighTech & HighTouch".
Roberto Bellù, Direttore della Terapia Intensiva Neonatale, ospedale Manzoni, Lecco.
"Il Primo Legame è uno strumento relazionale tra genitori-bimbo-operatori. E' attraverso gli odori, i sapori, le forme, i colori che avviene lo sviluppo del bambino". Giusy Carolei, ostetrica, ospedale Papa Giovanni XXIII, Bergamo.

E' stata una festa.
E perchè no? Sappiamo che per fare tutto quello che fate, in questo tempo pieno di difficoltà e impegni, oltre all'entusiasmo serve anche qualche piccolo sacrificio. Fare una festa per voi è anche un modo per dirvi grazie.

E' stata un'occasione.
Per un abbraccio, per un incontro, per parlarsi di persona guardandosi in volto. Per una comunicazione diretta ed efficace. Per conoscersi meglio. Per andare nella stessa direzione. Per sentirsi parte di un unico magnifico progetto.

E' stato un seme.
Da custodire nel cuore. Da portare a casa e condividere con gli altri, e con il proprio gruppo di lavoro. Da coltivare con cura durante i prossimi mesi.

E il prossimo, come sarà?
Non lo so. Ma da adesso lo costruiremo un pochino alla volta. Tutti insieme.  


♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥♥


Vi lascio con i filmati che abbiamo preparato per l'occasione, ringraziando ancora, uno per uno, tutti voi che a questo Cuore volete bene, il dott. Bellù, l'ostetrica Carolei,  e tutti coloro che ci hanno sostenuto nell'impegno per preparare questo evento:










2 commenti:

  1. bellissimi questi filmati!grazie di cuore x averli "girati" e postati.
    io non frequento gli appuntamenti del Cuore,ma il Cuore mi accompagna sempre ,riesce a riempire quei buchini delle giornate grigie ed uggiose, come quelle di primavera di sole.Mi siedo tranquilla in poltrona e comincio a sferruzzare.La dita volano e la mente anche..ed ecco arrivare la sera;ed io penso"beh anche oggi è andata,anche oggi ho avuto la fortuna di lavorare un po' per il Cuore"
    L fortuna sì ,perché significa che ho la Salute per farlo ed anche il Tempo per farlo.
    E quindi grazie per tutto il lavoro che le Cuoresse Organizzatrici fanno e grazie per l'opportunità che per caso ho avuto incontrando di nuovo e ,ormai ,tanti anni fa Laura!
    L'amicadelvillaggio che nell'ombra tricotta!

    RispondiElimina