giovedì 10 aprile 2014

Trieste, Il Burlo e Valentina.


Mercoledì 9 aprile il gruppo "Cuore di Maglia" di Trieste ha consegnato gli ultimi lavori fatti all'Ospedale Infantile "Burlo Garofolo".
Molte sono state le vicissitudini per quest'ultimo appuntamento ma alla fine, per fortuna, siamo riuscite a scovare 10 minuti nelle frenetiche giornate della Terapia Intensiva Neonatale, sovraffollata di moltissimi bimbi e con il personale decimato dall'influenza di stagione!

Questa volta mi hanno accompagnato ben due partecipanti del gruppo, Anna e Chiara. Insieme abbiamo portato una grandissima scatola piena di piccoli tesori per i bambini prematuri.
 Si, perché oltre ai consueti kit del Primo Legame, graditissimi a tutti, stavolta c'erano dei piccoli extra dedicati espressamente al Reparto: copertine, Minitwist della misura più grande, scarpettine e berrettini di varie misure. Insomma, un piccolo tesoro!
Come vuole la strettissima regola sulla privacy dell'Ospedale, purtroppo non siamo riuscite a fotografare i piccolini, ma siamo comunque contentissime.

E  pronte per ricominciare a lavorare!


Valentina Cosciani, Ambasciatrice Cuore di Maglia, Trieste

2 commenti:

  1. benissimo, lo scatolone è molto grande, brave,
    ma devo farvi un osservazione: in un negozio della regione che raccoglie le lane per il progetto ho avuto occasione di ascoltare dei dubbi (espressi dalle dirette partecipanti) su questa iniziativa in quanto non ci sono dei riscontri che i completini vengano effettivamente consegnati alle famiglie bisognose, sarebbe bello se alcune di esse ( anche in forma anonima ) esprimesse i ringraziamenti, mentre sembra che il progetto dia molta visibilità e autocelebrazione alle rappresentati del gruppo stesso
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Rosy, Il fatto che lei scambi per autocelebrazione le foto delle consegne agli ospedali, con Primari, Caposala e Infermiere, darebbe da pensare che nulla o quasi ha capito del nostro progetto, e che si è fermata soltanto a guardare le foto. I nostri corredini vanno AI BAMBINI PRETERMINE, bisognosi e non, e si inserisce nel protocollo Care, cioè l'ìinsieme dellle azioni all'interno di una Terapia Intensiva Neonatale, volte a migliorare e a umanizzare il più possibile la vita di un piccino nato troppo presto. Non starò a spiegarle il dettaglio ma le consiglio vivamente di andare su www.livestream.com e di ascoltare con attenzione l'intervento del Dr. Bellù, direttore della Terapia Intensiva di Lecco, che ha partecipato in qualità di relatore al nostro Camp dello scorso 12 aprile. Ritengo che le persone dubbiose sul fatto che vengano effettivamente consegnati denota, se mi permette, una grande ignoranza nel senso letterale del termine, ma purtroppo parlare delle cose che non si sanno è sport diffusissimo e pericoloso. Pazienza. spero che almeno Lei possa fugare i suoi dubbi vedendo il filmato. L'autocelebrazione? la chiamerei orgoglio e grande gioia nel fare le cose, ma si sa, la lingua italiana è piena di parole che ognuno può usare come più gli aggrada, anche a sproposito. Cordialmente, Laura Nani, Inventrice e Presidente di Cuore di Maglia, felice e orgogliosa di far sapere quello che facciamo per tante famiglie.
      ps. I rignraziamenti ci sono eccome, qualcuno lo pubblichiamo, qualcuno no: Quello sì, sarebbe autocelebrazione e spocchia.
      cordialmente.

      Elimina