martedì 11 marzo 2014

L'Infinito, ad Asti.

Proprio lui.
La poesia che amo più al mondo, tanto da portarmela al polso, scritta fitta in un braccialetto.
Una bella combinazione, trovare poesie di Leopardi e brani di Baricco appese alle pareti, in corridoio.

Sono ad Asti, oggi 11 marzo, nel reparto di Pediatria di un ospedale arancione e nuovissimo, dove non è così difficile perdersi, per me,poi, un attimo proprio.

La dottoressa Cristina Brondello ci ha conosciute al congresso di neonatologia ad Alessandria e, pur essendo così vicini a noi, questa è stata la prima consegna all'ospedale di Asti.
Insieme a Mirella Ercole, eccoci nella stanza vicinissima ai bambini, di peso già superiore al chilo, in un reparto luminoso e tranquillo, con personale sorridente e sereno. Un bel clima.
La dottoressa Brondello, felice come noi di questa collaborazione appena nata, non ha resisistito e ci ha mandato questa immagine 

...e il naufragar gli è dolce, nel Sacco Nanna di lana merinos.


Laura, Cuore di Maglia.

Nessun commento:

Posta un commento