mercoledì 13 marzo 2013

La Valigia Rossa.


Varese, una mattina di marzo.
Noi di Cuore di Maglia, con la nostra valigia rossa ci presentiamo davanti alla TIN dell'Ospedale del Ponte di Varese.

Poco prima di entrare, si ferma una signora che sentendoci parlare di piccolini ci dice che ieri è nata la sua  nipotina di soli 500gr.... Cerca qualche parola di conforto da noi, non ne troviamo.
In questi casi non ci sono parole giuste o sbagliate, solo la speranza che tutto vada per il meglio.
Al di la della soglia del reparto io, Cristina M., Pinuccia e Teresa, ci attende una giornalista di VareseNews che con entusiasmo vuole testimoniare la consegna di oggi.
L'articolo, lo leggeremo qui.



Ci accoglie, come sempre la squisitezza di Lilla M., segretaria del reparto e del dott. Agosti, gentile ed entusiasta, come sempre,  nel vedere tutti quei MiniTwist (che tanto piacciono alla caposala), gli ormai famosi sacchi nanna  e i kit de Il Primo Legame.

E' una giornata impegnativa ma  il dott. Agosti trova il tempo per venire a farci un saluto veloce.
Questa consegna, come quella precedente, è stata possibile grazie ai lavori delle amiche di Cuore di Maglia Varese, che mettono in Cuore di Maglia il loro tempo e la loro capacità.
Ringrazio tutto il personale del reparto TIN dell'Ospedale del Ponte, il dott. Agosti, la cara Lilla, la caposala Sig.ra Onorina ( a cui auguriamo buona guarigione) e la sua collega Sig.ra Tina.
Prima di andar via passiamo a vedere da dietro il vetro i piccolini ricoverati, dormono nelle loro cullette e nelle incubatrici. 
Una mamma stringe al seno il suo bimbo, l'abbraccio che solo una mamma può dare.
Nei suoi occhi c'è tristezza e anche tanta preoccupazione .
E proprio vedendo quegli occhi che viene ancora più voglia di fare sempre di più, affinchè un giorno possano, anche se per un istante, tornare a sorridere.

La valigia rossa è vuota, ma pronta per un nuovo carico di tenerezza"
Cinzia Nettis, Ambasciatrice Cuore di Maglia, Varese

2 commenti:

  1. che tenerezza....

    RispondiElimina
  2. Davvero complimenti per ciò che fate ...

    RispondiElimina