sabato 2 marzo 2013

A Pavia.

Ieri la consegna al Reparto di Neonatologia al Policlinico San Matteo di Pavia.
Paola, Rosanna e Marisa hanno consegnato corredini al reparto per i più piccini, ma sono anche stato ricevute dal Primario di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico per un progetto ambizioso e bellissimo, che presenteranno al prossimo Camp.

Paola, Rosanna e Marisa, e anche un'altra Paola, titolare del negozio di cui parliamo qui, sono davvero un team molto affiatato, preciso, attivissimo.

Un articolo sul giornale locale, La Provincia Pavese, riporta la notizia.
Non resta che aspettare il Camp del 13 e 14 Aprile per saperne di più.

Di seguito, un estratto dell'articolo, comparso oggi.



“Cuore di Maglia” per i prematuri

Solo a  Pavia sono 50 donne che preparano vestiti per i piccoli ricoverati in ospedale




PAVIA Un triangolo di lana, un abbraccio caldo e colorato, in cui avvolgere i neonati prematuri. Accoccolati nel mordido marsupio, con il testa un cappellino coordinato, possono stare a contatto di pelle con la mamma o il papà durante la loro permanenza nella Patologia Neonatale del San Matteo. E’ un progetto sperimentale messo in cantiere dallo staff della clinica, diretta da Mauro Stronati, e dalle volontarie dell’organizzazione no profit “Cuore di maglia” per migliorare la qualità delle prime settimane di vita di questi neonati un po’ speciali. Ieri la consegna dei lavori di lana sferruzzati dal gruppo pavese, una cinquantina di donne di ogni età legate dalla passione per la maglia e dalla voglia di fare qualcosa per i bambini più fragili. Quelli costretti a trascorrere periodi della loro vita in ospedale. Dal quinto piano le volontarie sono poi scese al quarto, nell’Oncoematologia pediatrica diretta da Marco Zecca, per mettere in cantiere un altro progetto: si chiama “Capitani coraggiosi”. Cappelli, bandane, scaldacollo per bambini e ragazzi ricoverati in reparto. La sezione pavese è uno dei tanti satelliti del gruppo fondato nel 2008 dall’alessandrina Laura Nani, che ha messo radici in tutta Italia. A quasi 5 anni dalla sua fondazione collabora stabilmente con 30 ospedali e 5 centri di aiuto alla vita, tra cui anche quelli pavesi. Non c’è limite di età per aderire. Nel gruppo pavese ci sono studentesse con la passione del lavoro a maglia e nonne, come la fedelissima Isa, 86 anni. C’è chi sferruzza a casa propria e chi partecipa all’appuntamento del giovedì “Knittando e dintorni”. Messo in piedi da Rosanna Villani, Marisa Moiana, Paola Rossato e Paola Bagatti - colonne storiche del gruppo - si riunisce dalle 15.30 alle 18 al bar Swing di via Bordoni 5, davanti al negozio di lana Paola Bagatti. Nascono sciarpine, cuffiette, scarpine, babbucce e copertine coordinate anche il il Cav. Elsa, del don Orione di Pavia, segnala l’arrivo di una nuova neonamma ospite e le volontarie preparano per il nascituro il primo caldo corredino di lana.


1 commento:

  1. Siete speciali! Ci vedremo al Camp, non vedo l'ora!

    RispondiElimina