giovedì 3 maggio 2012

Novara.



La strada che porta a Novara è piena di risaie. Sterminate distese di acqua che non è mare ma che un pò lo sembra e che ha per me lo stesso  fascino sottile, dettato forse dal fatto di aver ascoltato tante storie di risaia da mia nonna, che era mondina. 
L'appuntamento alla Terapia Intensiva Neonatale dell'Ospedale Maggiore della Carità di Novara è fissato per le 10, ma arriviamo con qualche minuto di anticipo, Grazia, Anna Maria, ed io.
Per Grazia e Anna Maria era la prima consegna. E' un momento speciale, di quelli che ti lasciano il segno, e ogni volta non so come dire per descrivere una tale bellezza, una tale perfezione, qualcosa che ti scava e ti lascia lì, come ferma, che tu sia mamma o no, che ti senta forte o no.
Ogni volta, è bellissimo vedere e vivere l'accoglienza in Reparto, dapprima lievemente sospettoso (Come, Sempre Gratis?) e poi caloroso e riconoscente. Sono stata davvero orgogliosa, stamattina, delle parole che hanno avuto per noi la dottoressa Ferrero, il dottor Zaffaroni e il professor Bona della Terapia Intensiva Neonatale.
Ecco il piccolissimo M. con uno dei primi Pinocchio. Direi che è perfetto.

E qui, una piccina con tutto il set, Sacco Nanna, cappellino e scarpette. Grandìne, in verità, ma le infermiere non vedevano l'ora di vestirla di tutto punto e non si è avuto il tempo di cercare la taglia esatta. Non è un amore?
Anna Maria e Grazia avevano gli occhi lucidi, mi sa che ancora non si sono riprese.

Tornando a casa, il sole alto faceva brillare l'acqua delle risaie, acqua azzurra che non è mare però un pò lo sembra...

Grazie a tutta l'equipe della TIN di Novara e a Simona Pasquini dell'URP e alla dottoressa Maria Cristina Bessè per aver contribuito a questa meraviglia.

4 commenti:

  1. Magnifiche emozioni, come ogni volta!
    Grazie!

    RispondiElimina
  2. Capisco benissimo l'emozione che si prova. Bravissime!!
    Cinzia

    RispondiElimina
  3. La gioia di tutte le volte, quella felicità grande! Che bello!

    RispondiElimina
  4. L'emozione mi è arrivata addosso anche se non c'ero.
    Grazie..Paola

    RispondiElimina