mercoledì 7 dicembre 2011

A Pavia.

In questa città ci sono nata.
E benchè fosse la seconda volta che visitavo la Terapia Intensiva del Policlinico San Matteo di Pavia, questa è stata davvero una consegna che non scorderò.
Con me, Rosanna e Paola, la delegazione pavese di Cuore di Maglia, mamme anche loro di bambine premature che ora sono due splendide e sanissime ragazze, nate proprio qui.
L'emozione per loro era visibile, comprensibile e viva. 
Ma non è stato solo quello.
Siamo state accolte con un entusiasmo sincero e professionale da Antonella la caposala, ferro e velluto di questo Reparto coloratissimo, dove suor Cinzia stava allestendo il presepe e l'albero con le palline rosse e gialle, i fili e le lucine.
Dentro, i bambini di zucchero, i nostri bambini, quelli che accarezziamo e coccoliamo anche da lontano, che scaldiamo con i nostri pensieri e teniamo vicini, bambini che quasi certamente non vedremo mai, non sapremo mai, ma che sentiamo un pò nostri, anche.


Cuore di Maglia era qui.
Non è stata una consegna come le altre e quel che ho visto non si racconta, si tiene lì ed è un silenzio triste ma che ti fa venir voglia di fare e fare, ancora e ancora.
Ecco un piccino nel Sacco Nanna di Miriam, del gruppo Social Crochet.
Ed ecco la piccola E., top model elegantissima con uno dei nostri primi completini di Natale....

Quanto bene per voi, bambini piccolissimi, creature del Cielo, piccoli mondi imperfetti, quanta speranza per voi, quanta forza, quanto amore, tanto ne serve, tanto ne servirà.

Ogni consegna è diversa dall'altra, sarà che qui ci sono nata e mille altre cose ancora, non belle da ricordare, ma questa mattina è stata davvero una mattina che non scorderò.


grazie a Paola e Rosanna per essere state con me.
Grazie ad Antonella Maini e a tutto il Reparto.
E grazie, di Cuore, al professor Stronati, Primario Terapia Intensiva Neonatale, Policlinico San Matteo di Pavia.

8 commenti:

  1. emozione.... tanta davvero .. ogni volta che postate le foto di questi piccini

    RispondiElimina
  2. :):):):):) ..... ecco il mio spirito nel leggervi!!! e se sapessi disegnare le capriole, anche quelle!

    RispondiElimina
  3. Io solo ad passare dai reparti con bambini ricoverati mi prende un nodo in gola, ma complimenti a voi che vi siete recate e a noi che abbiamo contrbuito anche solo materialmente, smack!!

    RispondiElimina
  4. l'emozione non ha voce.....

    RispondiElimina
  5. ho realizzato il primo sacco nanna, ma ho intenzione di farne altri.....la volontà è molta, il tempo poco...ho coinvolto anche qualche amica e quando ne avremo almeno una piccola cifra spediremo.....grazie per quello che fate
    dalmazia

    RispondiElimina
  6. GRAZIE....CHE EMOZIONE MI AVETE DATO VEDENDO IL MIO SACCO NANNA ADDOSSO AD UN PICCOLO AMORE!!!GRAZIE GRAZIE A TUTTE VOI.....SIETE SPLENDIDE

    RispondiElimina
  7. E' sempre emozionante entrare nel vostro blog e vedere cio che fate.
    Prima o poi ci proverò anche io a cimentarmi...nel frattempo se vi va metto il vostro logo nel mio blog con il collegamento al vostro blog per pubblicizzare le vostre iniziative...così che creative abili con ferri da maglia ed uncinetti si possano mettere all'opera.
    Debora

    RispondiElimina
  8. Carissime, il primo sacco nanna è fatto anche da noi, in cantiere il secondo.
    Prima di Natale vi arriverà tutto, promesso!
    Siete sempre meravigliose e commoventi!

    RispondiElimina