mercoledì 19 ottobre 2011

Quel ramo del lago di Como.

Siamo arrivate fin qui.
Il posto più lontano, fino ad ora, dove il Cuore sia arrivato di persona, e non con la Posta, per dire.
A un certo punto, fuori dall'autostrada, ecco, lì, non lo vedi? Il Lago.
La consegna di  stamattina, all'Ospedale Alessandro Manzoni di Lecco avrei voluto che fosse registrata, ascoltata, vissuta da ciascuna di noi, da tutte le persone che questo Cuore lo formano, lo fanno vivere e battere forte, da chi lavora insieme a noi, da chi ci mette un pò del suo, di cuore.
Hanno riservato, a Roberta e a me, l'accoglienza che si dedica agli amici, i sorrisi che si fanno solo a chi ti piace, a chi ti è simpatico, a chi stimi. Hanno avuto per noi parole  che davvero avrei voluto scrivere da qualche parte, ricordarmele benissimo, una per una, e portarle via.
Si entra in questi reparti un pò come si va in chiesa, sempre un pò rispettosi, la paura di disturbare, mi sono accorta dopo un pò che camminavo in punta di piedi, e che anche a parlare coi medici e con le infermiere del reparto, avevo quasi timore.
Che straordinario mondo è quello che si vede qui dentro, che incredibile e meraviglioso mondo è il miracolo della vita, di questa piccolina che ho adorato e che dormiva beata accanto al suo fratellino, stanno bene, anche se sono così piccoli che non si crede, domani andranno a casa.
Le altre storie, quelle tristissime, dei bambini più gravi nell'altro lato del reparto, le storie di chi non ce l'ha fatta, le abbiamo portate via con noi, senza fotografare, senza dire nulla, sentendoci di legno, rigidissime e fuori posto, ma piene di una strana euforia, a dire Sì, Un Pò di Bene Ve L'Ho Fatto Anche Io.
Grazie di questa festa, grazie di questi sorrisi, grazie di Cuore da un Cuore fatto da tante mani, un Cuore che non si abitua ai BIP dei macchinari, ai tubicini e ai pianti leggeri come ali.
******


Siamo uscite da lì felici come poche volte, libere, non so dire, soddisfatte, forti di quel che facciamo, contente di noi. E con Roberta ci siamo dette, perchè no, alla fine, non siamo lontane, facciamo un giro, così festeggiamo.
...ma questa, è un'altra storia....

***** 
Grazie ai medici e alle infermiere del Reparto di Patologia Neonatale dell'Ospedale di Lecco.
E una grazie forte a Marina, che ha reso possibile tutta questa bellezza.

5 commenti:

  1. Ciao a tutte,vi abbiamo conosciute in fiera a Torino,siamo alcune amiche di quel di Lecco. Vorremmo se possibile essere dei vostri e confezionare anche noi sacchetti cuffiette e cappellini. E' possibile? dove troviamo misure e spiegazioni per fare quelle miniature? Grazie Elisabetta & company

    RispondiElimina
  2. Avrei voluto essere lì con voi!

    @Elisab: molte informazioni le trovi qui
    se serve altro scrivi alla nostra email.

    RispondiElimina
  3. Ogni volta che leggo i reportage delle consegne il mio CUORE batte più forte e penso che anche un infinitesimale pezzettino di me è lì con voi.
    Un abbraccio.
    Renata - Trento

    RispondiElimina
  4. il link non è molto evidente, bisogna cliccare sulla parola "qui" del mio commento precedente :)

    RispondiElimina
  5. Le belle notizie fanno sempre bene,
    grazie mille a tutte per questo ennesimo traguardo!
    Dani

    RispondiElimina