martedì 8 febbraio 2011

Il momento più bello.

Non saprei proprio dire quale sia.
L'arrivo di pacchi, buste e pacchettini, certo, ma magari arrivano nei momenti più impensati, quando sto uscendo trafelata o magari arrivo con le buste della spesa, o urlando con uno dei figlioli, a turno.
Il momento più bello è questo qui.
Quando si preparano le consegne e le spedizioni, quando tutto è allineato in bell'ordine sul mio tavolo della cucina, quando si dividono le taglie e le destinazioni e si percepisce, si sente, si sa come tutte queste scarpine sono state fatte, perchè ognuna di esse ha la sua storia e il suo sentiero, e la storia e il sentiero della casa da dove proviene e la storia e il sentiero delle mani che l'hanno confezionata, e la storia e il sentiero del cuore che le ha pensate e fatte e spedite, affidate a un'altra storia e a un altro sentiero. Piccolissimo, ancora incerto.
Vedere tutti i lavori sul tavolo è qualcosa che non spiego e non so, e lascio ad ognuna di voi l'interpretazione più appropriata, il pensiero più bello.
Per quanto riguarda me, sono contenta che queste cose partano presto verso Cagliari, Milano e Firenze.
E più di tutto, sono contenta che la mia storia e il mio sentiero abbiano incrociato i vostri.

Grazie di Cuore, ancora una volta e sempre.

1 commento:

  1. o che bello vedo le mie babbuccine (quelle lilla con il fiocchettino in nastro di cotone)
    non avendo visto le foto
    avevo temuto non andassero bene!!!
    buon week

    RispondiElimina