lunedì 8 novembre 2010

Prima di cena.

E' sera, nella mia cucina.
Non ho preparato granchè per cena. C'è altro da fare.
Domani, consegna importante per Cuore di Maglia.
Saremo infatti all'Ospedale Niguarda di Milano.
Mi faccio aiutare da mio figlia, a sistemare le varie copertine nelle scatole riciclate di Cuore di Maglia, foderate con la velina. Hanno richiesto copertine di cotone, si attinge perciò al magazzino, che altro che non è una stanza di casa mia.
Ho voluto raccontarvelo in tempo reale.
Cuore di Maglia è questo qua.
Vestite da casa, la cena dimenticata, un tavolo disordinato, le fotografie buie e sfocate, il mio Sposo che ben si presta a immortalare tutto questo.
Nei blog non si può taggare, come su Facebook.
Ma in queste foto ci siamo tutte noi.
E c'è soprattutto chi si riconosce nelle cose che domani mattina prestissimo,, da qui partiranno per arrivare alle culle di Niguarda.
E c'è il gruppo di Segrate, una parte, almeno, Luigia, Rosetta, Angela, Anna, Paola T., Gabriella, Mara, Elena, Cristina e il primo lavoro a maglia di Alina.
Ecco.
Ho voluto raccontarvelo adesso. 
Per domani è tutto pronto.
Un grazie dal Cuore. Con le foto buie e il tavolo disordinato, Cuore di Maglia è questo qua.
Ora, posso anche chiamare tutti per cena.

1 commento:

  1. Cuore di Maglia è anche questo...

    un bacio alle protagoniste di queste foto
    .... non mi ero accorta degli occhi della Princi.... favolosi!

    RispondiElimina