lunedì 20 ottobre 2014

Come una festa


Ecco le foto della consegna fatta giovedì 16 ottobre alla TIN del Maria Vittoria. Sono stata riconosciuta subito dalla grande borsa  da cui spuntavano i pacchettini con il cuore. 
"Sì, ci siamo sentite ieri per telefono ed eccomi qua!" 
Entro con la caposala Ginepro nella solita saletta e comincio a mettere sul tavolino un pacchetto dopo l'altro, i minibodybù, i kit, i twist e anche dei deliziosi piccoli cardigan in una merinos bellissima!
Tutte le infermiere si passaggio sbirciano e si fermano a guardare con meraviglia e gioia. Arriva anche la dottoressa Guala che ammira soddisfatta e mi dice "ma questa lana è assolutamente meravigliosa!" 
E' una grande soddisfazione e motivo di orgoglio il vedere riconosciuto, anche al tatto, la qualità dei lavori che tutte voi realizzate per i piccini di Cuore di Maglia!
Il kit Primo Legame in rosa e bianco viene subito messo da parte per una bimba di nome Martina, le starà benissimo, auguri piccolina! 
Anche questa volta esco con la borsa vuota e il cuore pieno di gioia!
Cristiana 


domenica 19 ottobre 2014

La prima volta


C’è sempre una prima volta per tutto.  Anche se ne hai viste tante nella tua non breve vita, se ti consideri provata da molte esperienze, se hai indossato mille volte la corazza e sei partita con la lancia in resta, c’è una prima nuova volta per emozionarti,  per sentirti coinvolta,  per stupirti, per commuoverti davanti a realtà sconosciute, con  il cuore stretto in uno spasimo indicibile,  per rattristarti e poi per gioire, per aver voglia di gridare hurrà dall’entusiasmo, per  correre incontro a persone mai viste prima e congratularti, condividere i loro sentimenti  con sincerità profonda, per partecipare, per aver voglia di fare di più e meglio.

A me tutto questo sconvolgimento emotivo è successo venerdì scorso, 17 ottobre, all’ospedale Sant’Anna di Torino, accompagnando la vice presidente di Cuore di Maglia, Cristiana Brenna,  a una conferenza presso il reparto di Terapia Intensiva Neonatale. 

Il  tema era l’interazione tra il personale paramedico, medico e i genitori dei nati pretermine, in particolare la figura del padre, e di come questa interazione attiva sia necessaria e quanto mai determinante per il successo delle cure. 
Altro aspetto approfondito in sede di conferenza è stato la personalizzazione dell’iter medicale,  di come sia importante cogliere l’unicità dei piccoli pazienti , di spiare e notare azioni e reazioni individuali e di come sia necessario per questo fine addestrare i genitori con strumenti semplici quanto efficaci, come una guida della struttura del reparto, un diario di bordo - eh sì, è proprio un viaggio in un oceano in tempesta!-,  su cui annotare le quotidiane osservazioni, la creazione di un ambiente per quanto possibile sereno e domestico per le mamme e i papà, nel lungo periodo di permanenza in ospedale, accanto ai loro piccolini.

E se la professionalità competente  di tutto il personale era data per scontata, non altrettanto lo era il coinvolgimento,  lo scrupolo, direi il “tifo” con cui i relatori Antonella Bombardieri e Giusy Bonfante per la TIN del S.Anna, e Raffaella Doni per il progetto "Un abbraccio che fa crescere", hanno presentato le problematiche dibattute. Palpabile e concreta era l’emozione quando hanno preso la parola alcuni genitori, finalmente sereni, o con lo spavento ancora negli occhi, che hanno illustrato il loro faticoso cammino.

E Cuore di Maglia c’era, a testimoniare che questa avventura faticosa, impegnativa, esaltante, dolorosa sempre, talvolta disperata, non è vissuta solo all’interno delle mura di un ospedale, ma ci appartiene, ne siamo consapevoli e partecipiamo. Lodata, corteggiata, disputata per i suoi twist, per i berrettini che rendono unico il piccolo nell’incubatrice, per i doudou che consentono un rapporto intenso e continuo tra mamma e neonato. Con la preghiera di farne ancora, di farne tanti, perché si consumano, si regalano, accompagnano i piccoli quando finalmente vanno a casa! 
E con la richiesta di creare qualcosa di nuovo facile da afferrare da quei ditini che sono così microscopici che sembra impossibile siano capaci  di  stringere  e invece sono tenaci e cercano con tutte le loro forze di aggrapparsi a qualcosa dia loro sicurezza, come il cordone ombelicale quando erano nella pancia della mamma.

Ecco la nuova “ mission” : bruchi, millepiedi, lucertole, serpentelli morbidi e paffuti adatti a quelle piccole mani; colorati, cicciottelli, irregolari come cordoni di salamini per meglio stimolare i sensi.
Cuoresse ci siete, vero? Io son corsa a casa e mi sono inventata qualcosa!


Nonnalu’


Cosa posso aggiungere se non un sincero grazie a Nonnalù per aver partecipato e per aver condiviso con noi la sua intensa emozione.
Il mio titolo avrebbe potuto essere "Come la prima volta". Dopo tante consegne, incontri ed esperienze in TIN, anch'io non smetto di commuovermi e lasciarmi coinvolgere dall'intensità e dalla fragilità della vita che vuole sbocciare, dalla bellezza e unicità di ogni storia, dalla passione e dall'amore che, aggiunti alla professionalità richiesta dal proprio ruolo, diventano dono di sè.
Per noi continuerà ad essere bello e gratificante lavorare al Primo Legame, creando con fantasia e tenerezza tutto quanto possa essere necessario, utile e di conforto. 
In occasione di questo incontro abbiamo consegnato quanto raccolto in questi mesi: twist, doudou, cappellini e scarpine di cotone baby. Grazie di Cuore!
Non c'è rimasto più nulla, perciò, con rinnovato entusiasmo, rimettiamoci al lavoro!
Cristiana


giovedì 16 ottobre 2014

Florence Creativity - Il Programma

Programma Florence Creativity

Avvertenza importante
Cuore di Maglia è un associazione Onlus e non dispone di fondi propri se non quelli derivanti da donazioni. 
Nei corsi è indicato il materiale occorrente che non viene fornito. 

  

KnitCafè  “Sferruzziamo con Cuore di Maglia”
Presentazione dei libriccini degli schemi di Cuore di Maglia.
Un momento di incontro e di confronto sulle tecniche, i materiali e piccoli trucchi per realizzare i corredini.
Tutti i giorni dalle 11,00 alle 18,00




Il Pipistrello
Realizzazione di una spilla (tecnica uncinetto) a forma di pipistrello.
Materiale occorrente Uncinetto sottile (1,25/1,50), cotone nero, base per spilla piccola.
Giovedì 30 ottobre Ore 11,00- 12,00
Venerdì 31 ottobre Ore 15,00 - 16, 00



Intrecciamoci
Nodi d’amore e Trecce a destra e sinistra come farle e come leggere gli schemi
Materiale occorrente
Lana da lavorare con i ferri 4/5, ago da trecce
Giovedì 30 ottobre Ore 15,00– 16.00
Venerdì 31 ottobre Ore 11,00 – 12. 00
Sabato  1 novembre Ore 11,00 – 12,00 


Dritto e rovescio
Quante cose si possono fare con due semplici punti….
Materiale occorrente
Lana media ferri 4- 4,5
Sabato  1 novembre Ore 15,00 – 16,00


La partecipazione ai corsi  è riservata ad un numero massimo di 10 persone mentre per il Knit è aperta a tutti e senza prenotazioni.

Per informazioni  e iscrizioni mandare mail a
Mirella Sbolci Ambasciatrice  CdM Firenze

 granadiriso@yahoo.it

martedì 14 ottobre 2014

Cartoline da Desio.






Con questo set, della collezione Cuore di Maglia Autunno Inverno 2014, sono pronta per il mondo che c'è fuori.


Ma prima, meglio che mi faccia una piccola nanna. 

Tanti bacini a tutte da Maya e dalla sua mamma, che ha autorizzato le immagini.

***********

grazie alla Neonatologia di Desio (Mi) e a Michela Acanfora che ha curato la consegna.


lunedì 13 ottobre 2014

Cittadella e il Cuore.

Il 9 ottobre ho potuto accompagnare Daniela, Ambasciatrice di Padova, al Reparto di Pediatria Patologia Neonatale Nido dell’Ospedale di Cittadella PD, insieme a Giovanna e Carla. Abbiamo avvertito un festoso entusiasmo fin dal momento in cui le infermiere hanno risposto al citofono. Erano davvero felici di fronte a lenzuolini, coperte, cardigan, berretti, scarpette, twist, sacchi nanna, bavaglini e copri-incubatrici,

Poi il momento più toccante: abbiamo avuto il permesso di vedere i bimbi ricoverati in Terapia Intensiva. Non avevo mai sentito un pianto così sommesso – un sussurro, quasi, pieno di dolcezza. Impossibile resistere all’incanto di questi piccolini che, timidi, si affacciano alla vita! Ed è bellissimo sapere che i nostri fili li abbracciano e li riscaldano.

Ma c’era un’altra sorpresa: le infermiere e le dottoresse avevano preparato dolci squisiti, per restare insieme ancora un poco e scambiarci idee, curiosità, informazioni. Daniela ha raccontato di noi, dell’associazione e dei progetti che sta pordando avanti, con un entusiasmo contagioso. Aspettano già le nostre creazioni per rallegrare il reparto nel periodo natalizio. Mettiamoci all’opera, dunque!
Che altro dire? È stato un pomeriggio davvero commovente e pieno di calore.


Ringraziamo tutto il personale che ci ha accolto con tanto affetto. Un grazie particolare al primario, dott.ssa Giovanna Policicchio e alla Caposala Piera Ramina.

Silvia Camatta, Cuore di Maglia Padova
Daniela Righetto, Ambasciatrice Cuore di Maglia, Padova

mercoledì 8 ottobre 2014

A Parma, il Cuore batte forte.




6 ottobre, Ospedale dei Bambini 


Il sorriso di Paola Gaiani, infermiera della TIN di Parma e grande amica di "Cuore di Maglia", ci accoglie al nostro arrivo in reparto.
Anche se oggi l'attività è piuttosto frenetica Paola trova il tempo di farci visitare la TIN.
Indossiamo i camici sterili e ci ritroviamo in un altro mondo, un mondo ovattato fatto di monitor, lucine, piccole culle e incubatrici.


Riconosciamo le "nostre" cuffiette, le copertine..  le infermiere sanno chi 
siamo, sorridono e ci ringraziano.
Una grande emozione per le Cuoresse Nella, Patrizia, Melina ma anche per suo nipote Fabio, studente di Medicina che ha accompagnato la nonna ed è stato invitato ad unirsi a noi nella visita al reparto.



Paola si fa portavoce dell'apprezzamento di tutto il personale e dei genitori per il nostro operato.
Le sue parole ci commuovono e ci rendono ancora più orgogliose di appartenere alla grande famiglia di "Cuore di Maglia".
Oggi splende il sole, dentro e fuori di noi.



Germana Bertozzi
Ambasciatrice per Parma di "Cuore di Maglia" 

mercoledì 1 ottobre 2014

Ma il cielo è sempre più blu.

Oggi c'erano 20 bimbi nati pretermine ricoverati nella Tin del Policlinico Universitario di Monserrato - Cagliari e 20 erano i cuoricini da appendere alle culle che avevo preparato!

Le infermiere ci hanno raccontato che quando i piccini vengono dimessi, le mamme appuntano il cuoricino alla carrozzina e diventa un portafortuna, oltre che un ricordo.
Ma non abbiamo portato solo i cuoricini: un trolley pieno di minibodybù, set sacco nanna, set minitwist e set maglioncino.

Abbiamo presentato la "collezione autunno - inverno" alla caposala Vittoria, alle infermiere e alle dottoresse che, entusiaste, continuavano a dirci quanto sia bello e importante quello che facciamo, quanto le mamme vedano nel regalare un piccolo set per il loro bimbo una coccola e un'attenzione indispensabili!

Con me oggi c'era Irene, il cielo era blu e il mio cuore leggero!


Alice Brandi, Ambasciatrice Cuore di Maglia Cagliari.

martedì 30 settembre 2014

Un Autunno Colorato a Voghera

Nell'ospedale di Voghera i bambini nati pretermine sono pochi (ne aspettano uno a giorni, che nascerà alla 34ma settimana) e così - parlando con la caposala, signora Scarabelli, e prendendo spunto dal "Progetto Nascita" - abbiamo pensato di organizzare una consegna di benvenuto ai bimbi nati in questi giorni di inizio autunno, perchè la loro vita sia piena di colore come i completini che li vestiranno.
Oggi pomeriggio, insieme ad Elisa (emozionatissima per la sua prima volta...) siamo salite in pediatria dove ci aspettava, sorridente e gentile come sempre, la signora Scarabelli, la quale ci ha affidate alla collega Raffaella, felicissima di accompagnarci in reparto ad incontrare le mamme con i loro piccoli appena nati.
Abbiamo così conosciuto Eleonora, Maria EmiliaYeuin, Khadjdia, Lorenzo, Beatrice, Francesco, Pinhao, Dominique, nove tenerissimi e bellissimi bambini - le cui mamme provengono (come si intuisce anche dai loro nomi) da tutti gli angoli del mondo - che da stasera vestiranno i completini colorati preparati per loro dalle amiche di Cuore di Maglia.
Tutte le mamme ci hanno accolte con gioia, emozionate e stupite per questo dono inatteso, ma molto gradito.
Anche il bimbo che nascerà a breve, un po' in anticipo rispetto al termine stabilito, troverà ad attenderlo un completino colorato, che Raffaella ha scelto appositamente per lui.
Elisa ed io siamo uscite con il cuore leggero, leggero, felici di aver incontrato tanta gioia, in questa tiepida giornata d'inizio autunno, colorata da Cuore di Maglia.

Marisa Moiana
   ambasciatrice Cuore di Maglia, Voghera

(tutte le foto pubblicate sono autorizzate)